Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2010

Sono impazzito 1 settimana e mezza a studiare 3 ore ogni sera, fine settimana compreso, facendo la simulazione totale dell’esame dall’inizio alla fine. Il mio intento e’ stato quello di puntare ad un 6 o un 7 (io ho bisogno di 5 in ogni prova) visto che, in fase di esame poi si prende sempre di meno. Mi sono iscritto ad alcuni servizi online a pagamento (ielts-blog.org) che offrono il coaching e un servizio di correzzione delle parte scritta, a pagamento pure questo. Bene o male prendevo sempre tra il 6 e il 6.5. Lo speaking, per forza di cose, non era possibile valutarlo (diciamo budget totale tra libri, servizio di correzzione e esame circa 500 dollari).

Stamattina ho fatto lo speaking: purtroppo non ho avuto una grande impressione lasciando la stanza. Non ho capito una domanda e ho sparato la risposta a caso: durante l’IELTS NON E’ permesso farsi ripetere la domanda se non la si capisce. La seconda fase consiste nel discutere di un topic a caso che ti viene proposto, hai 1 minuto per pensare cosa dire, e 2 minuti per dirla: avro speso 1 minuto e 30 secondi e il resto ho praticamente ripetuto quello che ho detto all’inizio perche non sapevo piu cosa inventarmi, visto che il topic era insulso (“quale sport ti piacerebbe saper fare meglio?” cazzo di topic EH?!).E ho anche il dubbio di aver cannato il senso dell’argomento stesso. Ah, e la parte divertente e’ stata la prima domanda: qual’e’ il tuo colore preferito? Ma che sfiga cazzo, io sono daltonico.

Sabato scorso ho fatto le altre tre prove: listening, reading e writing. Sul reading sono abbastanza tranquillo ma sugli altri due no. Il listening va troppo veloce, devi scrivere le risposte mentre ascolti e hai 10 minuti per ricontrollare 40 risposte. Stessa cosa sul writing: 1 ora per scriver piu di 400 parole e’ pochissimo tanto piu che i topic sono abbastanza complicati e la maggior parte delle volte perdi solo 10 minuti a farti un idea di cosa scrivere. Il tempo di correggere proprio non c’e’.

Non lo so, ho molti, troppi dubbi, su molte cose. Il 5 e’ un voto abbastanza basso tuttavia non mi sento di stare tranquillo. Non ottenere quel voto significa far partire una serie di casini con il visto, ma di questo ne ho gia parlato. Vediamo come va anche questa storia e sperem. Nel caso non lo passo prenotero per un altra sessione il giorno successivo. Se non ci saranno posti disponibili o se semplicemente non passero neanche quello, la probabilita di rientrare in Italia diventera molto piu concreta. Non mi resta che aspettare ste due interminabili settimane, i risultati li avro solo l’8 ottobre (Ma che senso ha aspettare cosi tanto, visto che sono corretti al computer?).

Stay tuned.

Read Full Post »

Eccallà

(da pronunicare con accento romanesco, se non avete presente, chiedete al Bucco)

Io ero qua che da 2 settimane mi preparavo l’articolo del secolo, sulla bici rosa, quando oggi, con mia amara sorpresa, mi vedo recapitare una mail dal super-uber capo di Perth con scritto: per la sponsorship è richiesto il superamento del test internazionale d’inglese con una votazione non inferiore a 5. Sapevo che sta storia dell’IELTS sarebbe tornata fuori prima o poi, me lo sentivo: per quanto alcune persone mi avessero detto (ma perche la gente parla se le cose non le sa?) che NON era necessario farlo, ora mi trovo con l’acqua alla gola visto che non  è che puoi certificarti quando vuoi tu, devi prenotare l’esame, le sessioni sono 1 volta o se ti vabene 2 volte al mese, e hai 2 settimane per avere il risultato: totale un mese. E io per loro, con il mio visto, posso lavorare altri 2 mesi soltanto.

Domani mattina vado all’universita di Sydney a prenotare l’esame per il 25 settembre (sempre ci sia posto), e quindi  ho 1 settimana e mezza per prepararmi (ahahahahah). L’esame ovviamente non è gratis e costa infatti 350 dollari. Sticazzi. Vediamo come andrà anche sta cosa, che do marones pero. Da dire che il mio capo (che personaggio), non mi scalera dalle ferie le ore che perdo per andare a prenotare l’esame e mi ha detto che se ho bisogno posso studiare anche in ufficio nelle ore normali di lavoro.

E siccome le belle notizie non vengono mai da sole, oggi, dopo essermi preso un fiume di acqua (pur avendo l’ombrello) tornando a casa, nella busta delle lettere (il muretto davanti casa è miseramente crollato, ma questa è un altra storia…per cui la cassetta delle lettere è per terra, immersa anch’essa in un lago) trovo una bella letterina dell’ufficio delle imposte che mi dice: bravo hai fatto la dichiarazione sto anno (la si fa online sul sito del governo), e dai nostri calcoli ci devi dare 546 dollari. Sticazzi (e 2).

e poi?

e poi 1: mentre scrivevo questo articolo mi sono mosso indietro con la sedia, sono montato con una gamba della sedia sopra (l’unico) paio di scarpe da ufficio che ho, e ne ho disintegrata una (la scarpa si è aperta in 2). Con cosa vado in ufficio domani?

e poi 2: mi servivano 2 fototessere per prenotare l’esame, ero convintissimo di averle a casa e provate a dire? non le ho, mi ricordavo male. Come prenoto l’esame domani?

Read Full Post »